spiagge
          Turismo per tutti... a Caserta
  SCEGLI DIMENSIONE TESTO     Aumenta     Diminuisci     Versione Solo testo     Versione Alto contrasto     english English version

 Chi siamo
 Usare il sito
 Luoghi e ospitalità:
  Caserta
  Capua
  Aversa
  Alto Casertano
  Sessa A. - Litorale
 Fruibilitá del mare
 Contatti
 Visita la Reggia
 Mobilità
 Planetario
Vanvitelli

Mondragone
Reggia

Litorale

Valid HTML 4.01 Transitional







FRUIBILITÁ DEL MARE

 Baia Domizia
  Lido ARANCIO Via dell'Erica
  Lido ARMANDO Via dei Ginepri   
  Lido AZALEE Via delle Azalee  
  Lido BNS HOTEL FRANCISCO Via dei Bossi s.n.c.
  Lido BAIA BEACH Via dei Lecci (P.co Svedese)
  Lido COSIDA Via dell'Erica
  Lido DEI PIGRI Via Erica
  Lido DOMITIA PALACE HOTEL Via Fontanavecchia
  Lido ELENA Via Fontanavecchia
  Lido ERICA Via Erica
  Lido EUROPA Via Fontanavecchia
  Lido FISHERMAN Via delle Peonie
  Lido HAWAY BEACH Via dell'Erica
  Lido IL LIDO Via dei Bossi
  Lido PARK HOTEL BEACH Via delle Azalee  
  Lido SQUALO BEACH Zona Trimoletto
  Lido TULIPANO Via dei Tulipani
  Lido LA SERRA HOLIDAY VILLAGE & BEACH RESORT V. Fontanavecchia



Mondragone
  Lido AZZURRO Via Caracciolo
  Lido BORRELLI Lungomare A. Vespucci
  Lido CIN CIN Lungomare A. Vespucci
  Lido Camping LA DUNA SS Domiziana, km 15,250
  Lido NUOVO KURSAAL Lungomare A. Vespucci
  Lido PATRIZIA Via Lungomare Nord
  Lido SIRENA Via Caracciolo
  Lido VENERE Via Caracciolo

Napoli
  Lido BAIA DI PUOLO Massalubrense (NA)
  Lido METAMARE Meta di Sorrento (NA)
Presentazione del progetto    Con la pubblicazione sul BURC n.31 del 5 giugno 2007 del Decreto Dirigenziale n. 252 del 31 maggio 2007, la Regione Campania ha voluto promuovere e sostenere la realizzazione di progetti volti alla fruizione del mare da parte delle persone con disabilità, secondo quanto stabilito dalla Giunta Regionale della Campania con deliberazione n. 679 del 18 aprile 2007, in cui essa ha identificato, tra le funzioni socio-assistenziali innovative e sperimentali, quelle per garantire pienamente il diritto all'agio ed alla fruizione del mare da parte delle persone con disabilità.
L'associazione LPH onlus di Caserta, (associazione legalmente costituita il 29 aprile 1986 e che si prefigge di tutelare i diritti delle persone con disabilità) presentando il progetto S.I.T.In. (Servizi Integrati per un Turismo Inclusivo), è riuscita ad ottenere una valutazione complessiva utile per ottenerne il finanziamento, così come indicato con D.D. n. 405 del 13 luglio 2007.
S.I.T.In. si inserisce in un contesto più ampio (il network www.casertaaccessibile.org e www.turismoacaserta.it) che riguarda l'informazione sulla accessibilità dei lidi del litorale casertano attraverso una guida (cartacea, digitale e on line) tesa a garantire la conoscenza delle strutture balneari idonee alla ricettività inclusiva e non discriminante. Tale network ha ricevuto a Cecina il 28/9/2008 il primo premio nazionale "Turismo accessibile" dall'ENIT e dalla Regione Toscana, nell'ambito della manifestazione turistica Beta edizione 2008.
Il progetto sulla fruibilità del mare diventa una delle "tessere" per completare il puzzle della mappatura dell'intero territorio provinciale e che attualmente si aggiunge a quella di tutti gli hotel. e si prefigge di orientare i turisti "con bisogni speciali" nell'organizzazione dell'incoming in provincia. Obiettivo ultimo è quello, non solo di fornire uno strumento di orientamento serio e certo sugli stabilimenti balneari accessibili, ma di presentare il prodotto finito nelle forme più idonee per sensibilizzare e promuovere l'immagine del territorio della provincia come realtà capace e sensibile ad intercettare fasce di turismo altrimenti escluse. Col presente progetto si è prodotto allora una integrazione alla attuale guida sugli hotel, un cd rom e l'inserimento dei risultati nel sito internet dedicato. Contemporaneamente si è puntato a sensibilizzare ed informare la comunità locale, i tecnici, gli enti pubblici territoriali e gli operatori turistici, in particolare coloro che lavorano alla gestione degli stabilimenti balneari, sul tema dell'accessibilità attraverso la realizzazione di un convegno e di un corso di formazione ad hoc.
La metodologia di rilevazione è stato il sistema CARE (semplificazione dell'IG-VAE - acronimo per Informazione Garantita (per la) Valutazione dell'Accessibilità (per le proprie) Esigenze). Il questionario di rilevazione CARE è una rielaborazione della FISH (Federazione Italiana Superamento dell'Handicap) che prende avvio dal progetto IG-VAE, strutturato dall'ENEA ed elaborata nell'ambito del Progetto STARe per il Ministero delle Attività Produttive al fine di poter raccogliere sul territorio le informazioni sulle condizioni di accessibilità di strutture ed infrastrutture di tipo turistico che consentano sia alle persone con disabilità sia ai fornitori di servizi per l'handicap e agli operatori turistici di possedere elementi oggettivi utili per valutare soggettivamente la fruibilità di una destinazione in relazione alle esigenze dello specifico utente.
I partners
Partecipano al progetto:
Associazione Lega Problemi Handicappati onlus, con sede legale in Caserta alla via Ferrarecce 121, sede operativa in via C. Santagata 32, in qualità di capofila, www.lphcaserta.org
Coop sociale Ability 2004, con sede legale in Caserta alla via Ferrarecce 121, www.ability2004.org
Coop sociale Federico Ozanam, con sede legale in Caserta e sede operativa c/o CIAPI viale Carlo III, S. Nicola la Strada, www.cooperativaozanam.org
Associazione Laboratorio si può, con sede a Ferrara, via Foro Boario 55. www.laboratoriosipuo.net
Le aree mappate
Il litorale della provincia di Caserta si estende dal fiume Garigliano a Nord fino a 40 km circa verso Sud, su cui insistono i comuni di Sessa aurunca, Cellole, Mondragone e Castel Volturno.
Sulla scorta delle indicazioni pubblicate sul BURC n. 15 del 14/4/08, (delibera della Giunta Regionale n. 481 Area Generale di Coordinamento N. 20 - Assistenza Sanitaria - N. 5 - Ecologia, Tutela dell'Ambiente, Disinquinamento, Protezione Civile - Individuazione delle zone idonee e non idonee alla balneazione per l'anno 2008 ai sensi del D.P.R. 8 giugno 1982 n. 470 e successive modifiche ed integrazioni - Con allegati.) si è provveduto ad organizzare una prima mappatura degli stabilimenti balneari che sono ubicati in quelle aree escluse dal divieto di balneazione, come Baia Domizia e parte del territorio di Mondragone. Pur se le aree soggette a divieto variano nel tempo, per questo progetto abbiamo deciso di limitarci a quelle che rispettavano i parametri di legge, escludendo al momento le altre, ma in sede di aggiornamento ed implementazione della guida, verranno aggiunte anche le altre zone.
Comunque, le aree che abbiamo personalmente verificato con l'invio di operatori ad hoc, pur tra le difficoltà di un territorio che mostra una "sofferenza" socio-economica, hanno evidenziato complessivamente una sufficiente organizzazione imprenditoriale atta ad accogliere una consistente fetta di bagnanti, in alcune zone proveniente anche dall'estero, con carattere di stanzialità.
Non tutti gli operatori del mare hanno compreso il senso dell'iniziativa, finalizzata anche a creare visibilità e un ritorno in temine di immagine e di qualità dei servizi offerti, per cui, inseriti in un contesto in cui le amministrazioni pubbliche poco o nulla hanno loro offerto in termini di sviluppo ed opportunità, ci siamo trovati davanti a tanta diffidenza ed anche a tanti "no, grazie".
Per coloro che, invece, hanno avuto fiducia in noi, abbiamo concesso loro lo spazio, per primi, per mostrarsi sulla rete, per tentare un rilancio che possa diventare un volano per l'economia locale, così da produrre una riqualificazione del tessuto imprenditoriale locale.
La lettura della guida
Le pubblicazioni hanno seguito tre vie: guida cartacea, cd rom, on line (questa che state leggendo). Come è evidente, la guida on line è lo strumento che in tempo reale permette aggiornamenti e modifiche, nonché aggiunte di ulteriori stabilimenti.
In qualunque momento sarà possibile l'inserimento, dietro richiesta scritta alla coop sociale Ability 2004, così come ogni forma di modifica ai dati presenti. La coop Ability 2004 declina comunque ogni responsabilità per la non corrispondenza tra quanto risulta nelle pubblicazioni dei suoi database e quanto risulti dallo status quo dei luoghi. Nelle forme digitali si è tenuto conto del criterio dell'accessibilità, nel rispetto del protocollo W3C.
I contenuti sono ispirati alla filosofia seguita nella mappatura degli hotel, così come indicato nelle linee progettuali del sito.
   
home